La cardiologia, per altro fiore all'occhiello della nostra struttura, è una branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura (farmacologica e/o invasiva e mini invasiva) delle malattie cardiovascolari acquisite o congenite.
La cardiologia veterinaria è una disciplina che negli ultimi anni, si è molto evoluta e al suo interno si sono sviluppate specialità come: l'aritmologia, l'emodinamica e l'elettrofisiologia.
Nello specifico, d'ausilio allo studio dei disturbi del ritmo, l'esame elettrocardiografico o ECG e il MONITORAGGIO HOLTER.
Per l'emodinamica fondamentale rimane l' ECOCARDIOGRAFIA e l' ECOCARDIOGRAFIA CON MEZZO DI CONTRASTO.
ECOCARDIOGRAFIA, ancora, per la valutazione di alcune patologie congenite, come ad esempio: DIFETTI DEL SETTO INTERVENTRICOLARE O INTERATRIALE nel cane e nel gatto, o la PERSISTENZA DEL DOTTO ARTERIOSO (PDA) nel cane, più raramente nel gatto (vedi in proposito: ).

A seguito di accurata indagine ed analisi ecocardiografica se rispondenti a determinate caratteristiche, esiste, per queste patologie congenite, la possibilità di interventi mini invasivi per l'applicazione di dispositivi del tipo AMPLATZER, per via percutanea. Ad oggi una precoce diagnosi di molte malattie cardiache come, ad esempio, quelle congenite di diversa origine e natura, congenite su base ereditaria, del miocardio e valvolari, può con l'ausilio di protocolli terapeutici clinici ed in taluni casi chirurgici (mini invasivi e non), allungare in maniera significativa la vita dei soggetti colpiti, che in molti casi risulta dopo il trattamento assolutamente normale per tutto il suo corso.

cardiologia veterinaria1 Cane F. Golden Retriver
Proiezione parasternale destra asse corto per valutazione
del tracciato Monodimensionale
cardiologia veterinaria2 Gatto siberiano Maschio 4 anni: HCM di grado moderato
Proiezione parasternale destra asse lungo, fase
telesistolica con applicazione di doppler a codifica di
colore che mette in evidenza il movimento sistolico
anteriore della valvola mitralica (SAM) che venendo
risucchiata per effetto venturi, per la turbolenza, dovuta
ad ispessimento settale basale e creatasi a livello del
LVOT (Left Ventricular Offlus Tract), permette il
passaggio di sangue rigurgitante in ASX.
cardiologia veterinaria3

Cane: Tracciato elettrocardiografico a 6 Derivazioni:
BLOCCO ATRIOVENTRICOLARE DI TERZO GRADO